FOTOGRAFIA

Marco Pesaresi

Mercoledì, 02 Ottobre 2013

Marco Pesaresi, nato a Rimini nel 1964, è stato un grande fotografo. Il suo suicidio, nel 2001, tragico e spettacolare, come un fuoco d'artificio per un attimo ha abbagliato e confuso, impedendo di pensare al suo lavoro in modo oggettivo. Quando il polverone si è adagiato la trasparenza e lo splendore del suo talento hanno colpito in modo ancora più netto.

Questo è lui: 

Dopo le scuole superiori Marco si trasferì a Milano: frequentò l'Istituto europeo del design e iniziò la sua carriera di fotografo. Viaggiò in tutto il mondo, fotografando, per poi concentrarsi sulle situazioni di disagio sociale, di povertà ed emarginazione: immigrati, drogati, prostitute. 

Altro soggetto del suo lavoro è la sua città dai forti contrasti, Rimini, in bianco e nero: da una parte gli anziani e i romagnoli, i bagnini, le coppie in spiaggia, l'inverno sonnolento, i bambini in costume e dall'altra il mondo della notte, la trasgressione, l'erotismo esibito, il travestimento.

Talento riconosciuto mentre era ancora in vita: nel corso degli anni ha esposto in numerose città e gallerie: Rimini, Berlino, al Photo Feast International di Rotterdam, ad Arles, alla Triennale di Milano, alla Pitshanger Gallery di Londra. I suoi scatti sono stati pubblicati su testate importanti: The Indipendent, The Observer, Panorama, l'Espresso, Geo e tante altre.
Ha vinto il premio Linea d'Ombra nel 1994 e l'anno seguente è stato selezionato per partecipare al World Press Photo Masterclass. Nel 1996, per il suo lavoro sulle metropolitane del mondo, Underground, El Pais magazine l'ha insignito della speciale menzione d'onore: quello sulla brulicante vita del sottosuolo delle grandi città del mondo è forse il suo progetto più importante, realizzato nel corso di due anni di viaggi. Qui potete vedere alcuni dei suoi scatti. 

Il reportage è stato pubblicato a puntate su Sette Corriere della Sera in Italia e su El Pais magazine in Spagna, e l'omonimo libro è stato pubblicato anche negli Stati Uniti con l'introduzione di Francis Ford Coppola, affiancato da una mostra itinerante in tutto il mondo.

Dal 2001 il Sifest, festival della fotografia che si tiene a Savignano sul Rubicone, una manciata di chilometri da Rimini, ha istituito l'omonimo premio per reportage innovativi nell'ambito della fotografia contemporanea.

Facebook
Sito 

0.0/5 di voti (0 voti)

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the task
© 2013 OB | Officine Bonfiglioli
Via Cupa 5 . 47826 Villa Verucchio (RN) . Tel. +39 0541 670544 . Fax +39 0541 670322 . Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.