ARTE

La 1° Biennale del Disegno a Rimini

La 1° Biennale del Disegno a Rimini
Mercoledì, 23 Aprile 2014

Ha inaugurato il 12 aprile la prima edizione della Biennale del Disegno a Rimini. Fino all’8 giugno 2014 saranno una ventina gli eventi, tra mostre e iniziative varie, che animeranno la città. Protagoniste oltre mille opere d’ illustrazione, disegno, animazione firmate da autori italiani e stranieri. Una manifestazione unica per tematiche e struttura, che indaga il disegno, definito dagli stessi curatori una disposizione di segni e simboli che è già architettura creativa e vitale.
L’Italia è, storicamente, la patria del disegno, con scuole ed esponenti illustri; per la prima volta viene dedicata una manifestazione a questa “arte nell’arte” che è oggi una disciplina autonoma a tutti gli effetti, che contamina design, pittura, moda, teatro, cinema e ogni altra disciplina artistica.

Le opere che sono giunte a Rimini per questa importante manifestazione arrivano da gallerie private e non, compresi alcuni fogli direttamente dagli Uffizi.  

Vediamo insieme nel dettaglio alcune delle mostre in programma, iniziando con l’ala nuova del Museo della Città, dove è stata allestito il Cantiere Disegno. Lo spazio è davvero suggestivo, in quanto si tratta dell’ex ospedale di Rimini oggi in via di ristrutturazione.



 A ingresso libero, come molte delle esposizioni della rassegna, nelle sue stanze ospita il lavoro di 41 artisti contemporanei di caratura internazionale. Qui sotto vediamo i lavori di Roberto Paci Dalò, del riminese Eron e di Nicola Samorì. 





L’ esposizione di punta di questa rassegna è quella che anima la sala delle Teche del Museo della Città e i luminosi e ampi spazi del FAR, Fabbrica Arte Rimini, in piazza Cavour. Qui si tiene Krobylos, un groviglio di segni. Da Parmigianino a Kentridge. Troverete in mostra opere di Guercino e Tintoretto insieme a lavori di artisti contemporanei come  Alighiero Boetti, Tony Cragg, Keith Haring (nell'immagine sotto) William Kentridge e a quello di artisti del Novecento come Depero, Fontana, Tancredi. 

È proprio attraverso confronti tra i grandi maestri del Rinascimento e del Barocco con le opere di artisti del Novecento o moderni che si arriva ad una visione complessa e sfaccettata dell’arte del disegno. Non mancano riferimenti tra le fila dei giovani talenti di oggi: Emanuele Becheri, Chiara Camoni, Francesco Carone, Giovanni De Lazzari, Dacia Manto, Luca Trevisani.

Ancora, al Museo della Città si celebrerà una retrospettiva su Elio Morri (1913-1992), scultore riminese, a cura di Giulia Palloni. In mostra un centinaio di opere scolpite tra la metà degli anni Trenta e l’inizio degli anni Novanta, alcune inedite, appartenenti oggi a collezioni pubbliche o private: dal nudo al sacro, temi indagati attraverso medaglie, ritratti, sculture. I visitatori potranno confrontare gli schizzi preparatori con l’opera compiuta.

Altri due artisti originari di queste zone sono Gianluigi Toccafondo e Nicoletta Ceccoli, entrambi nati a San Marino. A loro sono dedicate due esposizioni di questa Biennale del Disegno: al FAR c’è Gianluigi Toccafondo. Cinema disegnato. Nato nel 1965, Toccafondo è un pittore che nei suoi lavori utilizza molto l’animazione per trasformare i suoi personaggi, che si deformano e si allungano tra pennellate di colore vivo. Lavora dipingendo direttamente su una pellicola da 35mm, su scene da lui girate. Premiato per le sue opere da festival internazionali (Ottawa, Torino, Ljubljana, Tallin), ha sempre collaborato anche con il mondo della televisione e della pubblicità, così come nel cinema (aiuto regista in Gomorra di Matteo Garrone).

Alla Galleria dell’Immagine di Palazzo Gambalunga espone invece Nicoletta Ceccoli, con le sue bambine immerse in atmosfere sospese tra l’infanzia e la tenebra, tra dolcezza e inquietudine. Ritratti ispirati ai grandi artisti del passato, come Piero Della Francesca, con richiami surrealisti.



Evento nell'evento sarà il festival del disegno, dal 16 al 25 maggio: incontri, workshop, performance, presentazione libri, rassegne video. 

Per maggiori informazioni e l’elenco di tutte le mostre in programma visita il sito ufficiale.

 

 

0.0/5 di voti (0 voti)

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the task
© 2013 OB | Officine Bonfiglioli
Via Cupa 5 . 47826 Villa Verucchio (RN) . Tel. +39 0541 670544 . Fax +39 0541 670322 . Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.